Due giorni a Budapest

Apr 02, 12 Due giorni a Budapest

Rieccomi qui a raccontare uno dei miei viaggi strampalati 🙂

Stavolta vi parlerò del weekend a Budapest che ho fatto insieme alla mia ragazza ed una coppia di amici (qualche volta viaggio anche accompagnato, a dispetto del nome del blog 😀 ) a Gennaio.

Biglietti presi a fine Ottobre con Wizzair al prezzo di circa 50€ a testa, sia per me ed i miei due amici che partivamo da Roma Fiumicino, sia per la mia ragazza che partiva da Charleroi e con la quale mi sono visto direttamente a Budapest: per noi andata con il volo W6 2342 di Venerdì 20 Gennaio 2012, ritorno con il volo W6 2341 di domenica 22 Genaio 2012.

Cosa vedere a Budapest in due giorni

Giorno 1 (20 Gennaio)

Sinagoga di Budapest

La Sinagoga di Budapest era di fronte ai nostri appartamenti

Io e la coppia di amici atterriamo a Budapest alle 23.55 esatte, come da previsione: avevamo prenotato il Transfert Wizzair al prezzo di 4€ a testa, lo abbiamo trovato appena fuori l’aeroporto ed in pochi minuti ci ha portato in Madách tér 2,centralissimo e poco distate dai mini appartamenti che avevamo preso; lì ci vediamo con Ale, la mia ragazza, atterrata qualche ora prima e, dopo un kebab al volo andiamo a posare le valigie. La sistemazione presso Claudia Rooms, trovata su Booking e pagata 30€ a notte a coppia, è veramente eccezionale: entrambe le camere erano molto spaziose ed avevano il bagno in camera (con bidet!!) e nella zona comune c’era una cucina attrezzata di tutto e dei tavoli dove poter mangiare; inoltre è collocata nel 7° distretto (a Pest) e permette di visitare la città a piedi; se passate da Budapest, ve la consiglio caldamente. 🙂

Giorno 2 (21 Gennaio)

Sveglia di buon mattino, colazione, e subito in giro per la città: prima tappa il Parlamento Ungherese, che raggiungiamo a piedi.

Parlamento Ungherese a Budapest

Parlamento Ungherese

Da qui facciamo un po’ di lungofiume, costeggiando la Duna (così si chiama il Danubio in ungherese), per poi attraversare il fiume sul Ponte delle Catene; a questo punto ci dirigiamo verso il Castello di Buda: per salirci dobbiamo prendere la funicolare.

La funicolare che porta al Castello di Buda   Bandiere Ungheresi   Castello di Budapest

Arrivati su, per puro caso possiamo assistere al Cambio della Guardia, di cui ho fatto un video.

Dopo aver visitato il castello dall’esterno, proseguiamo la visita verso il Bastione dei Pescatori, situato sempre nella parte alta della città, a poca distanza dal castello; nelle vicinanze anche la Chiesa di Mattia, che è molto carina.

Bastione dei Pescatori   Bastione dei Pescatori Budapest   Chiesa di Mattia

Un caffé veloce, poi scendiamo e torniamo a Pest, stavolta passando dal Ponte Szechenyi: passiamo di fronte l’enorme basilica, poi di corsa a Mangiare il Gulash (quanto prima scriverò un post su Dove Mangiare a Budapest).

Instant - Pub in Rovina

Instant - Pub in Rovina

Torniamo nelle nostre stanze per un riposino di una mezzoretta e poi in giro sulla Vaci Utca; la sera siamo andati in uno dei Pub in Rovina, tipici di Budapest, l’Instant, che è dislocato su diversi piani e composto di diverse sale; l’ingresso è gratuito ma è obbligatoria la custodia del giubbotto (se non ricordo male costava 150 HUF, circa 1,50€).

Il prezzo di una punti di birra nazionale (la Arany Ászok) all’interno di questo enorme magazzino riadattato a pub/discoteca è di un paio di euro (circa 450 HUF).

Giorno 3 (22 Gennaio)

Purtroppo il volo per Bruxelles che avrebbe preso la mia ragazza partiva nel primo pomeriggio, mentre il nostro la sera, qindi siamo stati insieme solo per la mattinata, dedicata interamente alle terme!

Siamo andati alle Terme Széchenyi, le più grandi della città; si raggiungono comodamente con la metropolitana gialla (linea 1), scendendo alla fermata Széchenyi fürdő: sono composte di tantissime vasche situate nella parte interna, tutte diverse per caratteristiche dell’acqua e temperatura, e di due enormi vasche esterne a 39° dove, nonostante la ritrosia iniziale e gli 0° esterni, ci siamo tuffati e siamo rimasti un’oretta abbondante. Non sono tipo da terme e spa 😀 , ma posso assicurarvi che le 3 ore trascorse lì dentro mi hanno completamente rigenerato e penso siano una delle cose da non perdere a Budapest! L’ingresso alle Széchenyi Bath and Pools per tutto il giorno costa circa 10€: vi verrà dato uno speciale braccialetto magnetico con il quale avrete accesso alle varie aree delle terme e all’armadietto che chiuderete elettronicamente; ci sono anche delle casseforti ma non lo sapevo, quindi ci sono andato senza fotocamera e non ho foto da mostrarvi della mattinata.

Usciti dalle terme, Ale è corsa all’aeroporto mentre noi abbiamo dedicato il pomeriggio al cazzeggio brado 😀

   Budapest - Fontana   Budapest

Questo mio racconto di viaggio termina qui, spero di integrarlo con qualche consiglio quanto prima. Se nel frattempo avete delle domande da farmi sulla città (come muovervi, cosa visitare, etc.), sono a disposizione, basta scrivere nei commenti qui sotto 😉

Gianluca.