Un giorno a Liegi

Apr 24, 12 Un giorno a Liegi

Continua il nostro viaggio nel Belgio: oggi vi porto nel cuore della Vallonia con il racconto della mia visita a Liegi di sabato scorso.

A differenza delle città fiamminghe di Bruges e Gent, di cui troverete infinite guide e racconti sul web, Liegi è una meta poco battuta da chi visita il Belgio, e si fa un po’ di fatica a rintracciare informazioni su cosa visitare, come  muoversi, dove e cosa mangiare.

Partiamo da Bruxelles, dove il treno da Gare Centrale o Gare du Nord parte ogni ora e costa 30,00€ andata e ritorno a testa nei giorni feriali e 15,00€ a testa nel weekend (inutile dirvi che vi consiglio di visitarla di Sabato o Domenica) ed arriviamo dopo giusto un’ora di viaggio nella fantastica stazione di Liege Guillemin, disegnata dall’architetto Santiago Calatrava e ultimata nel 2009.

La Stazione di Liegi Guillemin   Liege Guillemin   La nuovissima Stazione di Liegi Guillemin

Arrivati in città vi consiglio di acquistare un biglietto giornaliero della TEC (costo 3,40€), che vi darà diritto ad andarvene a spasso su tutti i mezzi pubblici della città per l’intera giornata (la tratta singola costa 1,70€, quindi fatela anche se volete prendere solo due corse. Per arrivare nel centro città potete prendere gli autobus 1  e 4, che dalla stazione di Liegi portano a Piazza Saint-Lambert.

Boulette à la Liégeoise

Boulette à la Liégeoise

La nostra visita parte dunque da Place Saint-Lambert, dove troverete il Palazzo dei Principi-Vescovi; dopo una breve visita alla piazza ed al quartiere centrale, affamatissimi ci siamo imbattuti in una macelleria che faceva anche piatti pronti da asporto: per nulla intimoriti dal fatto che avremmo mangiato su una panchina (dove per poco non ci grandinava in testa) abbiamo preso delle boulette à la Liégeoise (polpette di carne alla liegese); costavano 2,00€ l’una ed erano davvero buone; se passate in questo negozio, vi consiglio anche le polpette semplici (1,50€ l’una) senza sugo.

Poi abbiamo visitato prima la Collégiale Saint-Denis de Liège e subito dopo la Cattedrale di Saint-Paul: in entrambi i casi la visita è gratuita, a parte il Tesoro della Cattedrale che abbiamo pensato bene di non visitare 🙂

Il resto del pomeriggio l’abbiamo trascorso, senza una vera meta, per le vie di Liegi, cittadina tranquilla e piacevole che a mio avviso merita una visita di una giornata. Segnalato nelle guide turistiche è pure il quartiere En Hors, situato sull’isolotto del fiume Mosa, ma non l’abbiamo apprezzato più di tanto.

Palazzo dei Principi Vescovi   Tulipani in Piazza Saint Lambert   Visitare Liegi

Tulipani   Cattedrale Saint-Paul   La Mosa

Infine, vi segnalo che la domenica sul Lungomosa c’è uno dei più grandi mercati d’Europa, il Mercato de la Batte, in cui numerose bancarelle propongono soprattutto prodotti italiani ed è molto folcloristico.

Come di consueto, se volete fare domande su Liegi o chiedere informazioni, potete usare i commenti qui sotto 🙂

Gianluca.