Alitalia e la storia del biglietto gratis

Ott 22, 12 Alitalia e la storia del biglietto gratis

Qualche giorno fa, Alitalia ha lanciato la sua campagna planetaria su Facebook: codici sconto in tutti i paesi del mondo per volare con la principale compagnia italiana; sabato 20 Ottobre qualcuno si rende conto che, a seconda della lingua selezionata sul sito, lo sconto è differente: sul sito italiano, ad esempio, la promozione è del 25%, su quello russo, uno sconto di circa 100€, mentre su quello giapponese lo sconto è di ben 25.000Yen, cioè circa 250€, anche su voli che costano meno di quella cifra, che di fatto, applicando la promozione, costano 0,00€!!

La procedura è estremamente semplice: si inserisce lo sconto PROMOJP e la prenotazione avviene senza problemi: nella pagina del sito Alitalia che riporta l’offerta (che come vedremo tra poco verrà in seguito modificata)  non viene specificato che bisogna partire dal Giappone, quindi nessuno sano di mente si sarebbe lasciato scappare l’occasione e, detto fatto, migliaia di persone in tutto il mondo comprano i biglietti, che arrivano regolarmente con una bella email in giapponese contenente numero biglietto e PNR.

È tutto legale! Migliaia di persone hanno comprato i biglietti dal sito ufficiale, con un codice sconto divulgato dalla compagnia stessa, e da questa hanno ricevuto la conferma della loro prenotazione!

Poi il pasticcio!

Domenica 21 Ottobre, qualcuno in Alitalia si rende conto che forse uno sconto di 25.000Yen era un po’ troppo e fa retromarcia (a detta di Repubblica, dando una colpa ad un bug) e fa dietrofront: i biglietti saranno annullati e tutti coloro che avevano prenotato un biglietto ricevono una email contenente questa informazione:

Gentile Cliente,
grazie per aver scelto alitalia.com.

Ci spiace informarti che l’acquisto non è andato a buon fine.
L’eventuale importo addebitato ti sarà riaccreditato.

Alitalia Customer Center Team

Subito dopo il sito andrà in tilt e non consentirà più a nessuno di visualizzare la prenotazione: addirittura la pagina con il codice sconto viene modificata inserendo nuove condizioni di viaggio, prima non presenti!! Qui sotto vedete una schermata da cui si vede il prima e dopo le modifiche.

Il popolo della rete si infuria ed in poche ore la pagina Facebook di Alitalia viene invasa da commenti negativi, prontamente cancellati e poco dopo nasce anche una pagina dal titolo inequivocabile: Alitalia! Give Me My Ticket.

Ora la situazione, a mio avviso è questa: qualche migliaio di persone ha dei biglietti emessi regolarmente da una compagnia aerea; tra chi l’ha pagato poco e chi l’ha pagato addirittura zero, non è stata compiuta nessuna azione scorretta (è stato utilizzato un codice sconto fornito dalla compagnia stessa!); gli stessi biglietti il giorno dopo sono stati cancellati unilateralmente da Alitalia che dà la colpa al bug (ma è evidente che si tratta, al massimo, di un loro errore, poi camuffato alla buona).

In tanti si stanno chiedendo se Alitalia possa o meno annullare quei biglietti e sui vari blog ognuno dice la sua in materia: sono curioso di sapere anche voi cosa ne pensate!